HOME LIBRI VIDEO  MARKET NEWSLETTER

 

 

          www.TerraSantaLibera.org         www.HolyLandFree.org        

Questa Redazione, pur non condividendo sempre e necessariamente tutte le dichiarazioni degli autori nei testi citati, reputa che esse siano comunque utili fonti di informazione e riflessione. Non omologati in alcun schieramento, in rispetto della libertà di pensiero e d'espressione garantite costituzionalmente, riteniamo giusto dare spazio a molte voci del dissenso, altrove negate.

 

LISTA LINKS ARTICOLI DI MAURO MANNO PUBBLICATI DA TLAXCALA



·  Articoli e traduzioni di Mauro Manno pubblicati su Tlaxcala

Il paese delle meraviglie  
Orribili notizie dall' "avamposto della civiltà contro la barbarie (Herzl)"

·  Quando la storia viene presentata come la lotta del 'bene' contro il 'male'  
· 
Una invenzione chiamata “il popolo ebraico”  

 

·  Lo stato di Israele scomparirà presto?  

 

·  Lettera aperta agli onorevoli Bossi e Fini e a tutti gli italiani che sull’immigrazione la pensano come loro  

 

·  Una Dichiarazione di Indipendenza da Israele  

 

·  La strana vicenda della pubblicazione su il manifesto di un articolo dell’autore palestinese Ali Abunimah tradotto da Tlaxcala  

 

·  Lettera a 'Il Riformista' circa l'articolo "Senza laicità sarà la fine del sionismo" di Anna Momigliano  

 

·  Se c'è unanimità di chi ti attacca, probabilmente hai ragione tu e stai cogliendo nel segno  

 

·  I dirigenti ebraici sono preoccupati dalla tendenza a delegittimare Israele  
· 
Si avvicina il collasso di Israele, si fa più feroce il complotto contro i palestinesi  

 

·  Ma nessuno prova vergogna?  

 

·  Le atrocità a Gaza e in Libano sono motivate dalla mentalità talmudica  

 

·  D’Alema, Israele e la pace  

 

·  Dopo Soros: “Lobby Ebraica”, un tabù infranto? [3]  

 

·  Dopo Soros: “Lobby Ebraica”, un tabù infranto? [2]  

 

·  Dopo Soros: “Lobby Ebraica”, un tabù infranto? [1]  

 

·  Sulla lobby ebraica/sionista in America  
Due saggi riguardo all'influenza della lobby sulla situazione in Medio Oriente

·  «Cancellato dalla carta geografica»: la diceria del secolo Quello che ha veramente detto Mahmoud Ahmadinejad  

 

·  Signor Presidente  
Lettera aperta al Presidente della Repubblica Italiana

·  Perché è così importante condannare Israele e la lobby sionista  

 

·  Il Congresso americano proibisce trattative con Hamas  

 

·  ONU 1947: La Risoluzione della spartizione rivisitata  

 

·  L’FBI e i repubblicani dell’Ohio imprigionano un editore controverso  

 

·  É ideologia non demografia  

 

·  Gli arabi vedono discriminazione nella distribuzione dei risarcimenti di guerra  

 

·  Una struttura per i parlamentari europei amici di Israele  

 

·  L’Unione Europea ora ha la propria Lobby pro-israeliana  

 

·  «Nazistificazione»  

 

·  Chi sono i veri terroristi in Medio Oriente?  
Cosa si vuole difendere davvero? I cittadini israeliani o la natura stessa dello stato d'Israele?

·  Due linee nella lotta contro il sionismo  

 

·  Esiste la lobby ebraica?  

 

·  La lobby israeliana in azione  

 

·  L’Influenza di Israele e della sua lobby in America sulla politica americana in Medio Oriente  
Discorso tenuto da Jeffrey Blankfort alla conferenza della Commissione Islamica per i Diritti Umani, presso la Scuola di Studi Orientali e Africani, Londra, 2 Luglio 2006

·  I voli Tel Aviv - Kiryat Shmona sono ancora per soli ebrei  

 

·  Un solo stato in Palestina come lotta di liberazione per gli ebrei  
PER LA PIENA UGUAGLIANZA DEI PALESTINESI NATIVI E ADOTTATI PER Un Uomo, Un Voto

·  Non c’è posto nella fortezza Israele per i non-ebrei  
Un bando israeliano ai matrimoni chiude le porte ai palestinesi

·  Lo Stato per Soli Ebrei (SSE) in Palestina: L’assoluta oscenità del razzismo esclusivistico ebraico / 2  
Parte 2

·  Lo Stato per Soli Ebrei (SSE) in Palestina:L’assoluta oscenità del razzismo esclusivistico ebraico / 1  
Parte 1

·  Solo per gli arabi: la Legge e l’Ordine israeliani  

·  Come l’Occidente e la stampa libera hanno potuto accettare, approvare e sottoscrivere la pulizia etnica e il razzismo istituzionalizzato d’Israele, in violazione di tutti i pretesi valori illuministici e con un’ipocrisia che fa inorridire  

 

·  L’Autorità (Anti-)Palestinese  
Il vero scontro oggi nella società palestinese è tra coloro che lottano per conservare i privilegi di classe ottenuti da Oslo e i loro oppositori che difendono i principi della causa palestinese

·  Iraq: “La resistenza cresce di giorno in giorno”  
Intervista a Subhi Toma

·  Ma gli Stati Uniti stanno facendo le guerre per Israele?  
La profezia di Oded Yinon

·  I risvolti nascosti della crisi iraniana  

 

·  Migliorare l'immagine  

 

·  I movimenti contro la guerra hanno fallito completamente  
La polemica Chomsky/Blankfort

·  Lettera di una ragazza palestinese  

 

  Articles de Mauro Manno publiés sur Tlaxcala

·  Deux lignes dans la lutte contre le sionisme

 

·  Le lobby juif existe-t-il ?  

 

 Artículos de Mauro Manno publicados en Tlaxcala

·  Dos líneas en la lucha contra el sionismo  

 

·  ¿Existe el lobby judío?  

 

·  El nudo acaba en el peine  

 

·  Hamás ha ganado: cunde el desconcierto entre los enemigos de la justicia y la paz  

 

  Articles by Mauro Manno published on Tlaxcala

·  Letter to “Il Riformista” regarding “the End of Zionism”  
Waiting for the Year 2019

·  The strange case of the publication by the Italian daily il manifesto of an article by the Palestinian author Ali Abunimah translated by Tlaxcala  
Censorship or

·  Israel’s collapse is getting closer, the plot against the Palestinians is getting more merciless  

 

·  Two Lines in the Struggle against Zionism

 

  Artikel von Mauro Manno veröffentlicht auf Tlaxcala

·  Zwei Linien im Kampf gegen den Zionismus  

 

   Io non direi “Ebrei über alles”, semmai “sionisti über Alles”.

Questa distinzione oggi è fondamentale. Studio da anni l’ideologia politica del sionismo per poter dire con certezza che la confusione su questo punto non è solamente errata, storicamente e politicamente, ma anche ingiusta verso quei tanti ebrei che sono stati le vittime del sionismo. Anche oggi ci sono ebrei che sono vittime del sionismo. Io di queste nuove vittime ne conosco alcune personalmente, e non mi sembra che siano “über alles”, sono invece certamente sotto il mirino dei sionisti. Vengono ostracizzate, perdono il posto all’università come è successo a Norman Finkelstein, l’autore de ‘L’industria dell’Olocausto’ oppure vengono isolate e messe in condizioni di lasciare non solo la cattedra universitaria ma anche i loro affetti e i loro amici in Israele ed emigrare in occidente, come è successo a Ilan Pappe, l’autore di ‘La pulizia etnica della Palestina’.

Questi ebrei soffrono perché hanno il coraggio di proclamarsi antisionisti. Questo atto di rivolta contro il sionismo non costituisce solo il ripudio di quell’ideologia politica ma è anche il rigetto delle conseguenze storiche che la sua vittoria ha avuto, vale a dire, lo stato ebraico, Israele come stato ebraico. Gli antisionisti vogliono la fine dello stato d’Israele così come è stato edificato dai sionisti e si battono per la sua sostituzione con uno stato unico e democratico per tutti gli ebrei e tutti i palestinesi che si trovano all’interno dell’intera Palestina, cioè all’interno di Israele e dei territori occupati, Gaza compresa. Ma ciò non basta; essi sostengono anche il diritto al ritorno dei profughi cacciati nel 1948, come d’altronde sancisce la risoluzione dell’Onu  n° 194, votata esattamente 60 anni fa (11 dicembre 1948) e mai applicata.
Ma attenzione! Chi conosce la sorte di queste nuove vittime del sionismo, cioè degli ebrei antisionisti, non deve dimenticare la sorte ben più tragica toccata agli ebrei assimilazionisti durante il II conflitto mondiale. Anch’essi erano contrari al sionismo, anch’essi sono stati le vittime del sionismo. Questa è la parte della loro storia che i sionisti vogliono assolutamente tenere nascosta. La loro lotta contro gli ebrei assimilazionisti, condotta in collaborazione con i nazisti e gli antisemiti.

Altro che “uomini giusti”,  i sionisti sono gli uomini politici più ingiusti che ci siano mai stati, verso gli altri ebrei e verso i non-ebrei.

Mauro Manno, Intervista di Giovanna Canzano - 06/01/2009

Leggere tutta l'intervista qui
 

 

 

L'ultima fatica di Mauro Manno: la traduzione di alcuni articoli di Israel Shamir

Israel Adam Shamir, Per il sangue che avete sparso, Edizioni all'insegna del Veltro, Parma 2009, EUR 15,00

Shamir fa strame dell'argomento "olocaustico", da lui respinto come un ricatto puro e semplice: "Dobbiamo negare il concetto di Olocausto senza
dubbi ed esitazioni, anche se tutte le storie dell'Olocausto, fino alla versione più assurda, quella di Wiesel, fossero assolutamente vere. Ne
consegue che le discussioni tecniche sulla mortalità ebraica sono perfettamente legittime ma superflue, come superflua è per un ateo la
diatriba se una balena abbia potuto o meno ingoiare Giona". Quella di Shamir non è una battaglia per la verità storica. Quello che egli rifiuta è la
posizione di (pseudo)superiorità morale che in tal modo gli ebrei del mondo intero si attribuiscono. Lo si vede bene in questi giorni, quando si
spandono dappertutto gli slanci di solidarietà delle comunità ebraiche verso una politica di massacro dei civili, delle donne e dei bambini che nessun
altro al mondo approverebbe.
Tutti i codici penali dicono che la complicità col crimine è un crimine. Fanno eccezione gli autoproclamati dirigenti
ebraici. Essi hanno costruito una fortezza morale che li protegge, ma isolandoli. Shamir la vuole smantellare. Ecco perché egli è solo, del tutto
sconosciuto in Israele, vagamente denunciato come "antisemita" all'estero, come lo è ogni persona normale che non accetta la glorificazione dei crimini contro l'umanità, commessi sotto i nostri occhi ogni giorno che passa, dal 1936... (...)

La presente raccolta si conclude con un testo che analizza le relazioni instauratesi nella nostra epoca tra il giudaismo organizzato - spesso in
forma di sionismo - e le grandi potenze. E' un vastissimo dominio, nel quale Shamir è molto attivo. Egli ha pubblicato numerosi articoli su questo tema. Qui egli si occupa della Dichiarazione Balfour, degli Stati Uniti, del tabù del "potere ebraico", di Stalin e, argomento più originale, del modo in cui gli ebrei americani hanno approfittato del fatto di essersi messi più o meno alla testa del movimento d'emancipazione dei negri americani. Qui c'è qualcosa da scavare, tanto più che il periodo inaugurato dalla presidenza di Obama avrà proprio tale questione come immagine di sfondo.

(Dalla Prefazione di Serge Thion)


URL: http://www.tlaxcala.es/detail_artistes.asp?lg=sv&reference=292

 

Link a questa pagina: http://www.terrasantalibera.org/articoli_manno_tlaxcala_links.htm

"Notizie dalla Terra Santa"

Tutte le notizie e articoli contenuti in questo spazio web sono liberamente riproducibili (salvo successive controindicazioni degli autori e/o degli editori distributori) purchè citandone integralmente tutte le fonti (inclusa questa), gli autori, i traduttori e i links : informazione e contro-informazione devono essere libere  e alla portata di tutti. Chi, divulgando questi notiziari, omette di fornire le indicazioni sopra citate, o impedisce in qualsiasi modo  la  libera veicolazione delle notizie,  sabota gravemente  la libera informazione.